Popeye the Sailor Man, o come lo conosciamo in Italia Braccio di Ferro, compie novant’anni. L’irascibile marinaio, capace di diventare una forza della natura semplicemente ingurgitando spinaci, venne creato dal cartoonist americano Elzie Crisler Segar.

La sua prima avventura risale al 17 gennaio del 1929, apparsa sulla strip Thimble Theatre, di King Features Syndicate. Popeye si guadagnò in seguito un’indimenticabile e longeva trasposizione animata, divenendo un’autentica icona pop nota in tutto il mondo.

Per celebrare l’anniversario, all’inizio del 2019 King Features lancerà sul proprio sito le nuove strisce a fumetti a cadenza settimanale, intitolate Popeye’s Cartoon Club; verranno realizzate di volta in volta da differenti autori, e nel team creativo figurano Alex Hallatt, Erica Henderson, Tom NeelyRoger Langridge, Lar deSouza e Jeffrey Brown.

I festeggiamenti per i novant’anni, però, non si fermano qui, anzi: sono già cominciati per quanto riguarda l’animazione. Domenica scorsa, sul canale YouTube Popeye and friends, ha debuttato Follow the Spinach, il primo episodio di Popeye’s Island Adventures; si tratta di una serie di venticinque corti da due minuti l’uno prodotta dallo studio statunitense WildBrain e pensata soprattutto per le giovani generazioni di nativi digitali. Come i cartoon originali del 1933, non ci sono dialoghi, ma solo effetti sonori.

Se in Popeye’s Cartoon Club – a giudicare dalle prime vignette di Brown – i personaggi principali sembrano piuttosto fedeli a quelli classici, in Popeye’s Island Adventures risultano più giovani; il villain per eccellenza, Bluto, appare addirittura senza la caratteristica barba nera. I fan di vecchia data apprezzeranno? Voi che ne pensate?

 

 

 

Fonte: New York Times