Alessandro Bilotta: gli ultimi articoli

Aggiornato il 21 febbraio 2019 alle 01:21
Mercurio Loi 15: Ciao, core, copertina di Emanuele Fior

Negli ultimi giorni, Sergio Bonelli Editore ha diffuso la notizia che La morte di Mercurio Loi, in uscita a marzo, sarà il sedicesimo e ultimo numero della serie. Attualmente, sugli scaffali delle edicole e delle fumetterie, è in vendita il quindicesimo: Ciao,
Mercurio Loi

All'ultima edizione di Lucca Comics & Games, durante il Keynote di Sergio Bonelli Editore, si era fiutato qualcosa nell'aria, e lo stesso creatore del personaggio, Alessandro Bilotta aveva pronunciato alcune frasi non del tutto chiare, o comunque
Mercurio Loi 14: Nascondino, copertina di Manuele Fior

Quando con Tempo di notte Alessandro Bilotta ha scelto di dare una forte scossa alla continuity di Mercurio Loi, premendo sull'acceleratore per quanto riguarda l'avvicendarsi degli eventi, il paradigma alla base della testata ha iniziato a vivere
Deadwood Dick

Le principali novità Sergio Bonelli Editore previste per l'inizio del 2019 riguardano volumi di pregio prodotti per il circuito delle fumetterie e delle librerie di varia. Andiamo a scoprire insieme le primizie contenute nell'ultima uscita del catalogo
Mercurio Loi 1: Roma dei pazzi

Durante il Keynote targato Sergio Bonelli Editore tenutosi durante l'appena conclusasi Lucca Comics & Games, Alessandro Bilotta e Michele Masiero hanno presentato la nuova serie firmata dallo sceneggiatore romano: Eternity. Tale notizia ha suscitato
Mercurio Loi 13: Tempo di notte, copertina di Manuele Fior

Nel suo primo anno di pubblicazione, Mercurio Loi ha avuto una caratteristica peculiare: proporre in ogni singolo albo un diverso genere narrativo, a metà tra il teatro tradizionale nostrano e la narrativa di genere, utilizzando i singoli personaggi
Speciale Dylan Dog 32: Il Pianeta dei morti - Nel nome del figlio, copertina di Marco Mastrazzo

Torna l'appuntamento annuale con il Dylan Dog de Il pianeta dei morti, storyline in cui i deceduti camminano sulla Terra accanto ai viventi e la quotidianità procede in un equilibrio estremamente labile, con le persone che varcano continuamente la
Dylan Dog l'Alba dei morti viventi

Tra gli storici protagonisti delle edicole italiane, Dylan Dog è uno dei pochi a essere entrato talmente a fondo nella cultura di massa da essere innalzato a manifesto generazionale già a partire dal suo esordio, nel 1986. Due giorni fa, i fratelli