Lorenzo è un giovane e timido ragazzo di borgata, figlio di una ragazza madre che lo ha cresciuto da solo, donandogli una vita semplice, ma serena. Kuore è uno dei writer più talentuosi di Roma, membro di spicco della The One Love Crew e fondatore della rivista mensile B-Mag, che esplora la cultura underground legata al mondo dell’hip-hop. Lorenzo e Kuore sono la stessa persona, con il primo che è sostanzialmente la maschera del secondo, poiché il nostro protagonista vive davvero di notte, quando può perdersi fra le strade silenziose della sua città e dar sfogo alla sua arte.

Kuore nella notte narra le vicende di una notte nei quartieri del Prenestino, una notte che sembra quella giusta, ma che in realtà potrebbe anche essere quella sbagliata. Kuore e i gli amici della sua crew hanno una missione: realizzare il murales più bello di sempre, che possa attestare l’amore mai dichiarato del protagonista nei confronti di Chiara, giovane studentessa incontrata da questi sulla linea 409 del bus. Ma Kuore nella notte è anche la storia di Ivano Persichetti, agente dell’istituto di vigilanza Secur Roma, ed ex-poliziotto. La vita di Ivano non è facile: un lavoro notturno da fame, un matrimonio oramai naufragato, una figlia da mantenere. Queste difficoltà lo rendono dunque parecchio frustrato, e questa sua insofferenza si traduce in una facile propensione all’aggressività e alla violenza ingiustificata. Nell’opera c’è spazio anche per Cittadino Kane (citazione niente male) e della sua The Vandalz Trucido Style, crew rivale di quella di Kuore, che duella a colpi di murales per primeggiare fra i writer di Roma. Nella storia, le umane esistenze di questo eterogeneo gruppo di personaggi si intersecheranno come fili, andando a formare un’intricata matassa che sarà difficile sbrogliare senza che qualcuno di questi si spezzi: sarà proprio il finale di Kuore nella notte a rivelare le sorprese maggiori, lasciando il lettore piacevolmente basito.

Stefano Piccoli, in arte S3keno, autore completo di Kuore nella notte, scrive un racconto urbano e moderno, che va a indagare con oggettività su quella che è la vita nei quartieri periferici della Capitale e sul mondo della (contro)cultura underground, che si sta imponendo sempre di più come una vera e propria realtà nel nostro Paese, dopo essere stata esportata dagli USA.

La storia è già di per sé estremamente godibile, perché scritta in maniera fluida e lineare, riuscendo a incastrare al meglio i vari tasselli che la compongono, che altro non sono le diverse vite dei personaggi che si incroceranno quasi per caso in una notte come tante. In questo senso, il tratto grafico dell’autore semplice, morbido e stilizzato aiuta a ottenere quell’effetto di gradevole trasporto che caratterizza tutta la lettura.

Aspetto di maggior pregio di quest’opera, che la rende estremamente diversa e superiore a tante altre di questo tipo, è la precisa contestualizzazione urbana che Piccoli è in grado di fornire al lettore in Kuore nella notte: Roma è più che mai protagonista del racconto e vive in ogni pagina. Ogni vignetta è infatti ricchissima di dettagli: dalla nome delle vie, alle insegne dei negozi, ai monumenti più conosciuti della città; leggendo il racconto sembra davvero di conoscere Roma da sempre, di respirare la Città Eterna. Allo stesso tempo, il grande estro fantasioso dell’autore gli permette di inserire, fra tutti i riferimenti reali, insegne e manifesti inventati di sana pianta, cosa che dona a questo fumetto una precisa e valida identità. Non si possono non sottolineare anche tutte le citazioni e i riferimenti alla musica contemporanea e storica di più generi, la quale accompagna l’opera pagina dopo pagina, come una vera e propria colonna sonora.

In conclusione, Kuore nella notte è un racconto strutturato magistralmente su più piani, che si presta a molteplici chiavi di lettura: dalla trama lineare e leggibile con facilità, all’arricchimento che l’autore opera su questa con ricercati e molteplici dettagli che invogliano il lettore a soffermarsi su ogni singola vignetta per apprezzarne la mirabile complessità. Il volume è arricchito alla presenza di numerosi contenuti extra, scritti dallo stesso autore, che aiutano ad avere una visuale ancora più ampia su un gran bel panorama, quale è quest’opera.