Sono passati quattro mesi dal finale della prima stagione di DuckTales, durante il quale Amelia ha attaccato Paperopoli e Cuordipietra Famedoro è stato trascinato in mare. In The ballad of Duke Baloney! scopriamo che è stato tratto in salvo da alcuni pescatori, e da allora è vittima di amnesia. Questa situazione finirà per svelarci molto del suo passato, come scoprirete in questa nuova puntata della nostra rubrica Behind DuckTales!

 

Lei è Zan Owlson: prima della classe alla Scuola di Economia di Topolinia, Owlson ha fondato l’ente benefico mondiale “Cambiamento per i pulcini”.

 

Dalla scomparsa di Cuordipietra Famedoro, la sua società viene gestita da Zan Owlson, una CEO molto più competente e generosa del suo predecessore; il servizio al telegiornale che ne ripercorre la carriera fa riferimento agli studi a Topolinia, confermando che la città esiste anche nell’universo narrativo di DuckTales. Chissà se riusciremo mai a vedere un’incursione dei Topi…

 

Famedoro? Come mai questo accento sudafricano?

 

Come vi avevamo già raccontato in occasione della sua prima apparizione, nei fumetti Cuordipietra Famedoro è di origini sudafricane, mentre nella serie classica di DuckTales era chiaramente scozzese. Il reboot dà una spiegazione, confermando le origini cartacee, ma rivelando che il personaggio vuole ostentare la sua “scozzesità” per assomigliare a Paperon de’ Paperoni. Avevamo già scoperto che Famedoro indossa una barba bianca finta, ma qui viene dichiarato in modo inequivocabile che il personaggio si è abituato a parlare con accento scozzese e a camminare curvo per sembrare più vecchio di quanto in realtà non sia.

 

Mi chiamo Duca Baloney, proprio come l’umile panino.

 

Cuordipietra Famedoro assume il nome di Duke Baloney, un affettato statunitense simile alla mortadella. Nella storia Paperino e il cenone di Natale, Carl Barks ha introdotto un personaggio con lo stesso nome, presentandolo come il secondo papero più ricco del mondo (prima della creazione di Famedoro o Rockerduck), senza però utilizzarlo mai più.

In DuckTales è addirittura la reale identità di Cuordipietra Famedoro, mentre l’appellativo con cui è noto si rivela essere un nome fittizio con il quale il personaggio si è ribattezzato per accentuare il suo desiderio di battere Paperone. Da bambino (e marinaio) Duke Baloney è gentile e generoso, ma l’incontro con la sua nemesi ne modifica drasticamente il carattere.

L’elemento dell’amnesia era già stato al centro dell’episodio Paperone operaio, della serie anni Ottanta, anche se in quel caso era il ricco de’ Paperoni a restarne vittima.

 

Lustrascarpe! Fatevi lucidare le scarpe!

 

Scopriamo in questo episodio che le “origini” di Famedoro e della sua sete di denaro sono state generate dallo stesso Paperone, con apparente buona volontà: durante una missione in Africa, il miliardario voleva infatti pagare il bambino (che svolgeva lo stesso lavoro con cui lui ha iniziato) con un decino, per stimolarlo come era successo a lui ricevendo la Numero Uno, suscitando però un sentimento di acceso odio.

Il fatto che Paperone fosse già vecchio durante l’infanzia di Cuordipietra è spiegato dal racconto degli anni da lui trascorsi nel ghiaccio e dal conseguente processo di invecchiamento rallentato.

 

Non ci sono tracce di Cuordipietra Famedoro prima che arrivasse a Paperopoli negli anni ’80.

 

Secondo le ricerche di Gaia, Cuordipietra è arrivato a Paperopoli negli anni ’80, il periodo in cui è stata trasmessa la prima serie di DuckTales; questo spiega perché Paperino non riconosca Famedoro, la prima volta che lo incontra, nonostante abbia vissuto molte avventure al fianco di suo zio, lasciando intendere che la rivalità tra Paperone e Cuordipietra sia iniziata solamente dopo la scomparsa di Della.

 

Dedicherò il resto della mia vita a battere Paperon de’ Paperoni!

 

Mentre Famedoro racconta della sua rivalità con Paperone, vediamo una scena in cui i due paperi scalano una colonna per mettere le mani su una lampada dorata; si tratta di una scena tratta dall’episodio Il Genio della Lampada, dalla prima stagione di DuckTales.

 

Famedoro

 

Chi di noi sarà il papero più ricco entro fine anno, vince.

 

Nella prima stagione del reboot la rivalità tra Famedoro e Paperone è sempre stata unidirezionale, con il secondo che trattava il primo con sufficienza, non considerandolo un rivale degno di nota; scoprire però che il suo fermasoldi era stato rubato dal giovane Cuordipietra accende in Paperone un forte spirito di rivalsa, spingendolo ad accettare la scommessa del suo avversario.

Le scommesse tra Paperone e Famedoro su chi sia il papero più ricco sono sempre state al centro della competizione tra i due miliardari, fin dalla loro prima sfida nella storia di Barks Zio Paperone e il torneo monetario.

 

BEHIND DUCKTALES: