L'Elusività della Nebbia

Nel 2007, per il 40° anniversario della creazione di Lupin III, viene trasmesso L’Elusività della Nebbia, diciannovesimo special televisivo, il primo realizzato in formato 16:9.

La trama è ispirata all’episodio della prima serie animata Una Sfida dal Futuro, a sua volta un adattamento di un capitolo del manga originale. Il Ladro Gentiluomo deve infatti affrontare Kyosuke Mamo, avversario in grado di viaggiare nel tempo, pronto a tornare nel passato per uccidere gli antenati dei suoi nemici, così da farli scomparire ancor prima della loro nascita.

In questo caso, l’antagonista è determinato a sterminare la stirpe dei Lupin, dopo che Lupin XXXIII gli ha rubato la ragazza; per questo decide di trasportare il protagonista, assieme a Jigen e Goemon, nel Giappone feudale.

L’Elusività della Nebbia spicca qualitativamente tra gli special televisivi prodotti negli anni Duemila grazie a una vicenda che si differenzia dagli standard narrativi della serie, pur essendo già nota ai fan del personaggio. La differente ambientazione è uno dei principali elementi responsabili di questa boccata di aria fresca, ma di conseguenza anche la trama non si limita all’ormai trita e ritrita formula con il bottino da recuperare e la spalla femminile da salvare.

La fanciulla introdotta in questo anime non si può definire un nuovo personaggio a tutti gli effetti: la ninja Ofumi è infatti un’antenata di Fujiko Mine, e ne condivide aspetto, espressività e caratterino. Inizialmente, Kyosuke Mamo è minaccioso quanto nelle sue precedenti incarnazioni, ma gradualmente viene reso sempre più grottesco, con nevrosi e isterismi che lasciano intuire quanto la sua missione sia un mero capriccio di vendetta. Zenigata si riduce a una macchietta o poco più, dato che l’ispettore di polizia continua a dubitare di ritrovarsi 500 anni nel passato nonostante l’evidenza dei fatti, continuando ad accusare Lupin di aver organizzato tutto.

Lo special, scritto da Yoshifumi Fukushima e diretto da Toshihiko Masuda, si distingue anche per il comparto tecnico: dopo un periodo in cui l’estetica risultava abbastanza anonima e legata alla tradizione, in questo appuntamento si può notare un piacevole character design moderno, un’anteprima di quello utilizzato nella quarta serie televisiva di Lupin.

 

CHRONO LUPIN III: