Amelia ha attaccato Paperopoli con il suo esercito di ombre, coinvolgendo molti personaggi visti in questa prima stagione di DuckTales, ma un Paperino intraprendente guiderà la controffensiva per liberare Paperon de’ Paperoni, prigioniero all’interno della Numero Uno

 

Il modulatore barksiano: è in grado di tradurre impulsi neurali in onde sonore.

 

Ingerendo uno speciale apparecchio ideato da Archimede Pitagorico, Paperino riesce a parlare in modo comprensibile (doppiato da Don Cheadle). Il nome dell’invenzione è un evidente omaggio a Carl Barks, visto che nelle storie a fumetti Disney le parole del personaggio sono percepite “normali”. Lo stratagemma narrativo è simile a quello del cortometraggio animato del 1948 La voce magica di Paperino, nel quale grazie a una pastiglia il papero ottiene un’affascinante voce profonda.

 

Guarda in volo Jet McQuack, si butta nella zuffa, poi si domanda cosa mai, può far rima con zuffa…

 

Durante la battaglia contro le Ombre, Jet McQuack si canta il proprio tema personale (o almeno, tenta di farlo…) sulle note della sigla di Darkwing Duck.

 

A qualcuno va una nuotata di mezzanotte?

 

Nel finale vediamo l’intera famiglia dei Paperi festeggiare nel deposito rotolandosi nelle monete, ma Qua è l’unico che riesce a tuffarsi nell’oro e nuotare come Paperone; evidentemente, il suo amore per il denaro si è sviluppato a tal punto da riuscire a realizzare il desiderio che aveva manifestato negli episodi Woo-oo! (part 2) e The Great Dime Chase!.

 

Ragazzi?

 

Se l’episodio pilota si concludeva con Quo che scopriva un quadro raffigurante Della Duck, domandandosi “Mamma?“, il finale di stagione ha un cliffhanger speculare, nel quale vediamo Della sulla luna mentre vede i propri figli in una trasmissione televisiva terrestre, poco lontano dai rottami della Lancia di Selene.

In sottofondo è possibile ascoltare il Moon Theme, caratteristico accompagnamento musicale dell’ultimo livello del videogioco DuckTales per Super Nintendo, come nell’analisi dell’episodio The Spear of Selene! avevamo ipotizzato sarebbe potuto accadere.

Rimane però da capire come Della abbia potuto sopravvivere per circa dieci anni sulla superficie lunare, in assenza di cibo e ossigeno, ma quasi sicuramente sarà uno dei temi della seconda stagione…

 

BEHIND DUCKTALES: