Le tattiche degli angeli

In origine, il diciassettesimo special televisivo di Lupin III venne concepito come un sequel di Spada Zantetsu, infuocati!, ma l’idea di costruire la trama attorno alla statuetta a forma di drago venne accantonata nel corso della lavorazione. Scritto da Atsushi Maekawa e diretto da Shigeyuki Miya, questo nuovo appuntamento annuale con il Ladro Gentiluomo ha presentato al pubblico giapponese del 2005 una trama più matura e violenta rispetto ai precedenti, ma purtroppo priva di spunti particolarmente originali e di personaggi carismatici.

Lupin e i suoi compagni sono sulle tracce di un misterioso materiale di origine aliena ricavato da un frammento del disco volante precipitato a Roswell. La ricerca, come da tradizione, sarà ostacolata dall’Ispettore Zenigata, accompagnato in questa missione dalla giovane assistente Emily O’Brian. Il protagonista deve però guardarsi da una minaccia ben più pericolosa, ossia il gruppo terroristico delle Bloody Angels, composto da quattro moderne amazzoni: la dinamitarda Linda, la velenosa Sophie, la squartatrice Kaoru e la mascolina Lady Joe.

La trama è ingegnosa ma non viene valorizzata al meglio a causa di passaggi narrativi a cui non viene lasciato lo spazio necessario e di caratterizzazioni abbastanza dozzinali. Le Bloody Angels risultano delle antagoniste sui generis, ognuna con un diverso, improbabile colore di capelli e una recitazione esasperata che la fa sembrare una psicopatica non molto strutturata a livello di caratterizzazione. Anche il colpo di scena sulla reale identità del capo delle ragazze avrebbe potuto essere gestito in modo più equilibrato, mentre è l’ennesimo elemento sopra le righe che va ad aggiungersi alle altre sbavature del film.

Le Tattiche degli Angeli ha però un suo valore aggiunto per quanto riguarda il pubblico italiano, in quanto propone l’ultima performance di Roberto Del Giudice, storica voce del Ladro Gentiluomo fin dalle sue origini. Lo special è stato trasmesso “postumo”, in onda per la prima volta dopo due settimane dalla scomparsa dello storico doppiatore.

 

CHRONO LUPIN III: