From the Confidential Case Files of Agent 22 è un episodio ambientato tra passato e presente, con atmosfere da spionaggio britannico che ricordano il telefilm Agente Speciale. La trama principale è fortemente intrecciata con un’altra storica serie animata del contenitore Disney Afternoon, di cui i fan potranno riconoscere numerose citazioni… ma per i meno attenti, ci pensa la rubrica Behind DuckTales!

 

Buongiorno, signor De’ Paperoni!

 

Il libro su Zio Paperone che Gaia sta leggendo, intitolato “The Man with the Golden Everything”, è un riferimento a The Man with the Golden Gun, il titolo originale del film Agente 007: L’Uomo dalla Pistola d’Oro.

 

Buongiorno, Gaia. Dov’è tua nonna? Non mi ha portato il tè alla noce moscata, stamani.

 

La passione del papero miliardario per la noce moscata è una caratteristica introdotta da Carl Barks nella storia a fumetti del 1962 Zio Paperone e gli indiani Paperuti.

 

Cosa ne pensa dei cavalli spadaccini? Sa… gli unicorni. Questo libro dice che ne ha anche incontrato uno.

 

Effettivamente Paperone ha incontrato questa creatura mitologica nel fumetto Paperino e il sentiero dell’unicorno, di Carl Barks, nel quale Gastone riesce a catturarne un esemplare e portarlo al miliardario per soddisfare una sua richiesta.

 

Forse, Paperino ha provato un’altra volta a cucinare un’omelette?

 

Questa battuta potrebbe essere un riferimento alla storia barksiana Paperino allevatore di polli, nella quale il protagonista affitta una fattoria e cerca di portarla avanti sfruttando il pollame, con risultati catastrofici.

 

Direttore De Paperis, sto leggendo il dossier su Airone Nero. Molto interessante: secondo i nostri agenti, è una vera testa calda. Combattente di arti marziali, ingegnere robotica, chimica e spia.

 

Pico De Paperis, apparso nella serie animata originale come psichiatra, qui è il direttore dello S.H.U.S.H. – agenzia simile allo S.H.I.E.L.D. della Marvel o l’MI6 di James Bond – e fornisce agli agenti segreti invenzioni e oggetti tecnologici. Creato da Milt Kahl e Ward Kimball per la trasmissione televisiva Disneyland, nei fumetti e nei cortometraggi animati degli anni ’60, Pico De Paperis è un esperto di tutto lo scibile umano, con numerose lauree nelle materie più disparate.

Airone Nero appartiene invece alla P.O.L.L.A., organizzazione terroristica apparsa per la prima volta nell’episodio oo-Jet della serie originale, ma è stata sviluppata in più di una dozzina di puntate di Darkwing Duck, visto che aggrega numerosi avversari del papero mascherato.

 

Ho fatto tardi per catturare Jack Sgambetto, e poi ho festeggiato.

 

Il giovane Paperone si vanta di aver catturato Jack Sgambetto, parodia di Jack lo Squartatore apparsa nell’episodio Dottor Jekyll e Mister De’ Paperoni della serie originale.

 

Questo è il bastone d’azione PPK De Paperis, equipaggiato con gadget esclusivi.

 

Il bastone PPK de Paperis è un riferimento alla Walther PPK, la pistola utilizzata da James Bond. Ci piace pensare possa essere un velato riferimento anche a Paperinik, il personaggio Disney italiano preferito dall’autore Francisco Angones, che in più di un’occasione ha dichiarato di volerlo inserire in DuckTales. Pur non apparendo in questo episodio, è stato confermato che il bastone ha il meccanismo a molla per saltellare utilizzato da Paperone nel videogioco Nintendo di fine anni ’80.

 

La leggenda narra che un gruppo di creature mistiche dalla vicina valle hanno educato i druidi del Castello di Dunwyn. Creature con poteri immensi.

 

Questo episodio è fortemente basato sulla serie animata Disney I Gummi, andata in onda per la prima volta dal 1985 al 1991. Ambientato in un Medioevo fantastico, questo cartone animato fa evidentemente parte del passato del reboot di DuckTales, in un tempo in cui esisteva il regno di Dunwyn. I protagonisti sono degli orsetti che rimbalzano, e gommolando a palla saltano, grazie alla gummifrutta, la misteriosa sostanza sulla quale lo S.H.U.S.H. e la P.O.L.L.A. vogliono mettere le mani.

L’omaggio alla serie si può ritrovare anche nel casting della doppiatrice di Airone Nero, April Winchell, figlia della voce originale di Zummi Gummi, Paul Winchell. Anche la cifra 09141985 presente sulla foto segnaletica di Airone Nero rappresenta un riferimento ai Gummi: è infatti la data di trasmissione del primo episodio della serie, avvenuta il 14 settembre 1985.

La citazione, però, non è esplicita, visto che il nome delle creature non viene mai citato per problemi di diritti con le originali caramelle gommose, le Gummi Bear, che avevano ispirato il cartone originale; il Grande Libro dei Gummi, ad esempio, è diventato solo il Grande Libro. Impossibile non cogliere il riferimento per chiunque abbia visto la serie animata fantasy; il fotogramma in cui si vede la silhouette dei Gummi riprende addirittura la tipica formazione dei protagonisti nella sigla, come potete vedere qui sotto.

 

 

Non lo sottovaluti per il suo aspetto adorabile. In realtà, è una macchina assassina d’élite, non un grazioso globo.

 

Il sistema di sicurezza incontrato da Paperone e Gaia è basato sul Rover, la sfera bianca che impedisce a Numero 6 di lasciare il Villaggio nel classico serial TV Il Prigioniero.

 

Avanti, ammassi di bulloni, fatevi sotto!

 

I robot numerati affrontati da Paperone e Tata ricordano l’aspetto di Armstrong, apparso nell’episodio Armstrong il robot della serie originale, già citato in Woo-oo! (part 1) e The Great Dime Chase!.

 

BEHIND DUCKTALES: