365, anteprima 01

Chi non ha mai sognato di volteggiare tra i grattacieli di New York appeso a una ragnatela o di volare da un capo all’altro del pianeta in pochi secondi? Indipendentemente dai gusti di ognuno, i super eroi esercitano un fascino notevole sul grande pubblico grazie a capacità fuori dalla norma e tratti comportamentali spesso esemplari. Eppure, nel corso degli anni, ci siamo resi conto che per alcuni di loro i poteri non rappresentano un dono, bensì una vera e propria maledizione.

Le doti fuori dalla norma sono una condanna a morte per i Timed, protagonisti dell’omonimo universo narrativo creato da Shockdom. Il progetto crossmediale partito sulle pagine di Rio 2031 giunge al suo sesto capitolo con 365, graphic novel scritta da Lorenzo Palloni e disegnata da Paolo Castaldi. Il volume segna la conclusione della prima fase dell’iniziativa, e per l’occasione riporta l’attenzione del lettore in Sud America, dove tutto ha avuto inizio, più precisamente in Argentina.

È proprio il caso di dire che se Atene piange, Sparta non ride: nel 2031, anche Buenos Aires è teatro di guerra tra le due multinazionali che si contendono il pianeta: a est troviamo l’area posta sotto l’influenza di TheNation, mentre a ovest quella legata a NewState. A rimarcare questa frattura, un muro che percorre la città e si erge a limitare tanto il territorio quanto la vita degli abitanti. In questo contesto di tensione crescente, rappresaglie e violenza istituzionalizzata seguiamo le vicende di Nico e Lucha, i giovani protagonisti di 365. Dopo aver scoperto la propria natura, i due vengono presi sotto l’ala protettrice del CLOUD – organizzazione guidata da Dom che assiste i Timed non ancora schierati – e intraprendono un difficile addestramento.

Tra i sei racconti proposti da Shockdom per Timed, quest’ultimo rappresenta il più valido, sia sotto il profilo narrativo che artistico, riuscendo ad affrontare in maniera approfondita il genere supereroistico. Attraverso il percorso di crescita di Nico e Lucha, Palloni analizza le conseguenze dell’improvviso avvento di poteri eccezionali. La variazione di status quo implica per i nostri anche la consapevolezza che la propria vita sia ormai giunta al capolinea. Il parallelismo tra il cammino di Nico e quello di Lucha apre un’importante riflessione sull’argomento, sviscerata con approcci esemplificativi di due scuole di pensiero agli antipodi.

365, anteprima 02

A questa valida analisi si aggiunge una sceneggiatura dallo sviluppo coinvolgente, resa tale dall’ottima caratterizzazione dei personaggi e dall’intrigante legame tra Nico, Lucha e Dom. Anche il contesto storico in cui è ambientata la vicenda gode di una costruzione pregevole, e il risultato è un quadro generale perfettamente inserito nell’Universo Timed.

Elettrizzante, ricca di colpi di scena e di incisi intimisti spesso toccanti, 365 è una storia solida che – come i precedenti episodi del progetto –prende in considerazione tematiche come la diversità, l’immigrazione e l’integrazione in un mosaico d’effetto perfettamente riuscito.

A completare una prova davvero convincente concorre l’arte di Paolo Castaldi. Nonostante si cimenti su un genere non suo, il disegnatore spazza via ogni perplessità realizzando tavole intense in cui la ricercatezza di certe soluzioni esalta il dinamismo e la potenza dei Timed, e in cui le tinte tenui degli acquerelli accompagnano gli umori delle diverse fasi del racconto, catturandone le tante sfumature.