Ci aspettano altre tre settimane di attesa prima del prossimo episodio di DuckTales, ma non sono nulla in confronto alla lunga pausa invernale di sei mesi che abbiamo appena vissuto. L’ultimo episodio di maggio, McMystery at McDuck Manor, ci fornisce diversi elementi da analizzare, su tutti un sorprendente ritorno…

 

Non ha fatto una festa di compleanno da quando è morto il suo vecchio maggiordomo, Archie.

 

Finora, nell’Universo Disney, un personaggio così importante e con un ruolo ricorrente non era mai deceduto. Si tratta senza dubbio di una scelta coraggiosa da parte degli autori (scopriremo alla fine dell’episodio le loro motivazioni), supportata dalla multinazionale che per la prima volta consente qualcosa del genere.

 

Lui è il solo, unico e inimitabile DJ Daft Duck.

 

Quo si presenta alla festa di compleanno di Zio Paperone con una tastiera e un casco che gli copre la testa: un’esplicita citazione al gruppo francese di musica elettronica Daft Punk.

 

Paperone ha sottratto l’atto di proprietà con l’inganno al mio povero indifeso Nonno Bassotto, che aveva avuto il buon senso di rubarlo per primo a quegli stupidi paperopolesi.

 

Prima apparizione in DuckTales di Nonno Bassotto, capostipite della banda criminale ed ex pirata fluviale, creato nel 1957 da Carl Barks per la storia Zio Paperone e la Gara sul Fiume: si tratta dell’unica occasione in cui il personaggio è stato utilizzato dal celebre autore, alla quale hanno fatto seguito poche altre storie statunitensi. In Italia Nonno Bassotto è invece un personaggio ricorrente e la sua caratterizzazione è divenuta con il tempo sempre meno minacciosa, relegato a una roulotte, dove vive assieme agli altri Bassotti, tentando periodicamente (ma senza successo) di rapinare il deposito di Paperon de’ Paperoni.

In questo episodio appare solamente come soggetto di un quadro, nel quale è stato rappresentato con una lunga barba e un bastone da passeggio: una forma decisamente meno atletica di quella a cui siamo abituati.

 

Uno stupido quadro… o un elaborato sistema di sicurezza?

 

L’impianto antifurto di Villa De’ Paperoni è un modello DT-87, riferimento alla serie classica di DuckTales che ha esordito sugli schermi americani nel 1987.

 

Ragazzi, ecco a voi… Archie!

 

Essendo questo episodio un giallo, il colpevole non poteva essere altri che… il maggiordomo! Pur essendo stato dichiarato morto nel prologo, Archie torna dunque nella nuova serie DuckTales in forma spettrale… e a quanto pare essere diventato un fantasma non lo fermerà dal servire Paperone!

I fan della serie animata avevano chiesto per quale motivo Archie fosse assente dal reboot, e gli autori avevano risposto che in realtà era già apparso diverse volte… ed effettivamente era sotto gli occhi di tutti: nella sigla! Nessuno poteva però immaginare che quello fosse il suo nuovo aspetto!

 

BEHIND DUCKTALES: