I fan storici di DuckTales avranno sicuramente vissuto forti emozioni guardando Beware the B.U.D.D.Y. System!, episodio in cui ritornano due dei personaggi più amati dei pomeriggi animati Disney. È tempo di mettere in evidenza citazioni e differenze con le versioni originali nella nostra rubrica Behind DuckTales!

 

Sono il terrore che svolazza nella notte, sono il pattino a rotelle alla fine della scalinata della malvagità. Io sono Darkwing Duck!

 

La puntata comincia con un frammento dedicato a Darkwing Duck, super eroe al quale, all’inizio degli anni ’90, era stata dedicata una serie animata della fascia Disney Afternoon. Il personaggio viene inserito nella nuova serie come protagonista del serial TV preferito di Jet McQuack (che nel cartone animato originale rivestiva il ruolo di spalla del vigilante mascherato). Il pilota esprime la sua ammirazione per Jim Starling, l’attore che interpreta il suo idolo, il cui nome è probabilmente un omaggio al doppiatore originale del personaggio, Jim Cummings.

Darkwing Duck affronta qui tre dei suoi avversari ricorrenti: il pagliaccio ossessionato dai giocattoli Quackerjack, il cane antropomorfo interamente composto d’acqua Liquidator e il topo in grado di modificare l’elettricità Megavolt. Sui tetti della città appare anche un cartellone promozionale dello S.H.U.S.H., agenzia di spionaggio che parodizza lo S.H.I.E.L.D. della Marvel, diretta dall’orso antropomorfo Vladimir Grizzlikof.

 

Darkwing Duck

 

Ho finalmente ottenuto la patente.

 

La data di nascita di Jet McQuack che possiamo vedere sulla sua patente è il 18 settembre 1987, il giorno di trasmissione del primo episodio della serie originale di DuckTales.

 

B.U.D.D.Y. vi condurrà ovunque vogliate in modo rapido, efficiente ed economico!

 

Mark Beaks inventa un robot che nel corso della vicenda perde il controllo e diventa una pericolosa minaccia. Anche se B.U.D.D.Y. non ha alcuna ambizione di conquistare il mondo, la trama ricorda molto l’episodio Armstrong, il Robot della prima stagione di DuckTales.

 

È un cavallo senza testa! È entrato per prenderci a zoccolate fino alla morte!

 

Come ci aveva anticipato Francisco Angones nell’intervista a BadComics.it pubblicata la scorsa settimana, il cavallo senza testa visto nell’episodio pilota è tornato; ora ha un nome, Manny, e sta cercando di integrarsi nella società accettando un incarico come assistente di Archimede Pitagorico.

 

Codice operativo d’accesso: Blaterante!

 

In questo episodio, inoltre, esordisce Robopap, super eroe che era diventato una presenza regolare dalla seconda stagione di DuckTales, ma aveva fatto alcune apparizioni anche in Darkwing Duck.

L’armatura ultratecnologica costruita da Archimede viene indossata da Felton Paperconchiglia, che nella serie originale era il contabile di Paperone, mentre qui lavora come assistente del geniale inventore. La nuova versione ha ottenuto un secondo cognome, Cabrera, che sottolinea le sue origini sudamericane.

 

BEHIND DUCKTALES: