Kappa Magazine 22

Nell’aprile del 1994, Star Comics cominciò a pubblicare la seconda serie del manga Lupin III. Si trattava dell’esordio del celebre Ladro Gentiluomo in una pubblicazione italiana, nonostante l’adattamento animato fosse incredibilmente popolare ormai da quindici anni.

Per l’occasione, i Kappa Boys – ossia Andrea Baricordi, Massimiliano De Giovanni, Andrea Pietroni e Barbara Rossi – che si occupavano del settore manga della casa editrice, proposero a Monkey Punch di disegnare un episodio di Lupin III scritto da loro, così da dare più visibilità al debutto italiano della serie a fumetti. Il mangaka accettò, e la storia intitolata Alis Plaudo venne pubblicata sulle pagine di Kappa Magazine, la rivista antologica di Star Comics dedicata ai manga.

Il risultato è un breve racconto di otto tavole decisamente rilevante nella produzione dedicata al personaggio: è infatti l’unico a essere stato disegnato da Monkey Punch per il mercato estero (con sceneggiatori locali) e ha inoltre preparato il terreno per altre storie di Lupin realizzate negli anni successivi da artisti italiani. Questa rarità non è stata più ristampata, e probabilmente mai avverrà, dato che al momento i diritti dei manga imperniati sul Ladro Gentiluomo sono in mano a Planet Manga, che difficilmente si interesserà a questo episodio “fuori serie” legato alla casa editrice concorrente.

La storia è ambientata a Lucca, in occasione dell’edizione primaverile della popolare fiera del Fumetto; la kermesse ospita un antico reperto di Leonardo da Vinci considerato il primo fumetto mai realizzato. Lupin, Jigen e Goemon puntano al prezioso tesoro, ma Fujiko è già riuscita a infiltrarsi come guida della mostra ed è intenzionata a mettere per prima le mani sul bottino. Inevitabilmente, anche l’Ispettore Zenigata è giunto in Italia per catturare la sua nemesi…

Nonostante il poco spazio a disposizione e la scrittura a otto mani, la sceneggiatura riesce a orchestrare una vicenda solida e divertente. In una delle vignette si possono riconoscere i Kappa Boys e Monkey Punch ritratti nella folla in visita all’esposizione di Alis Plaudo… ma il prezioso tesoro di Da Vinci non avrà un destino fortunato: raccolto per puro caso da un passante, viene gettato nella spazzatura da quest’ultimo mentre si dirige verso gli stand di Lucca Comics, dove spera di trovare qualcosa di più moderno!

 

CHRONO LUPIN III: