Nel giorno dell’Epifania, a soli quarantotto anni, si è spenta nella sua residenza di Salt Lake City Cinamon Hadley, modella e designer dallo stile dark e goth che ha ispirato l’amico Mike Dringenberg nel creare graficamente Death, co-protagonista di Sandman, il capolavoro di Neil Gaiman pubblicato da DC Comics/Vertigo; sorella di Sogno e personificazione della Morte, il personaggio è stato protagonista delle miniserie L’alto costo della vita e Il grande momento della tua vita.

Gaiman, aveva descritto le sue origini estetiche con queste parole:

 

Death è l’unico personaggio principale il cui aspetto non sia nato da una mia idea; il merito va a Mike Dringenberg. Nella mia bozza originale di Sandman proponevo per il look di Death quello della rock star Nico nel 1968, con quel viso dagli zigomi perfetti che aveva sulla copertina dell’album Chelsea Girl.

Mike Dringenberg, tuttavia, aveva le sue idee al riguardo, e così mi inviò un disegno basato su una donna che conosceva di nome Cinamon Hadley (l’immagine sarebbe apparsa più tardi su Sandman #11). Gli diedi un’occhiata e la reazione immediata fu: “Wow! È fantastica”.

Più tardi, quel giorno, Dave McKean e io andammo a cena al My Old Dutch Pancake House di Chelsea e la cameriera che ci servì fu una sorta di visione: era americana, aveva lunghi capelli neri, era vestita completamente di nero, dai jeans alla maglietta, e indossava una grossa croce egizia d’argento su una collana dello stesso metallo. Era totalmente identica al disegno di Death di Mike Dringenberg.

 

In un tweet, lo scrittore britannico ha ricordato così la scomparsa della donna, da un anno malata di tumore al colon:

 

Riposa in pace, o preparati per la tua prossima avventura, Cinamon Hadley. Hai regalato a Death degli Eterni il tuo volto e il tuo sorriso.

 

 

 

 

Fonte: Bleeding Cool