Dirk Gently vol. 3, anteprima 01

Il terzo volume della serie a fumetti di Dirk Gently si presenta con un titolo che alza le aspettative dei fan di Douglas Adams: Il Salmone del Dubbio è infatti l’ultimo romanzo dello scrittore britannico, rimasto incompiuto, che avrebbe potuto essere un nuovo capitolo delle avventure dell’investigatore olistico o della Guida Galattica per Autostoppisti.

Nonostante questo funga da richiamo per gli appassionati della serie, non si tratta di un effettivo adattamento dei capitoli editi del romanzo, quanto di una storia originale; l’unica similitudine è la collaterale ricerca di un gatto sperduto, laddove in origine Dirk si metteva sulle tracce della metà scomparsa di un gatto.

L’intento principale di questo arco narrativo è quello di far incontrare i vari universi narrativi in cui Dirk Gently è apparso, tra libri, fumetti, la serie televisiva britannica e quella più recente prodotta negli States.

Proprio quest’ultima è il principale elemento di “disturbo” del multiverso dirkgentliano, a causa del brusco inserimento nella vicenda di Todd, Amanda, ma soprattutto di Bart, minaccia che dal piccolo schermo arriva sulla carta stampata con i suoi istinti omicidi olistici. È chiaramente un modo per attirare gli spettatori della serie Netflix (non abbastanza numerosi da far proseguire lo show dopo la seconda stagione), come si intuisce anche dall’introduzione di Fiona Dourif, attrice che interpreta Bart.

In questa prima parte della storia, Dirk Gently ha visioni di un passato che non sembra ricordare, e per cercare una risposta ai suoi dubbi si reca a Cambridge assieme a Sally “non chiamatela assistente” Mills; qui troverà un vecchio amico, il cui bagno consente di viaggiare nel tempo, dando così inizio a un’avventura che spinge al massimo l’interconnessione delle realtà. Le citazioni non si limitano alla serie TV di Max Landis, visto che personaggi come Reggie e Isaac Newton sono una piacevole strizzata d’occhio ai fan più assidui del detective olistico.

Dirk Gently vol. 3, anteprima 02

Il team creativo de Il Salmone del Dubbio è lo stesso del volume precedenteArvind Ethan David e il disegnatore Ilias Kyriazis, ma purtroppo il risultato è più caotico rispetto alle altre avventure a fumetti. Il desiderio di collegare tutto – un’operazione perfettamente coerente con la filosofia della serie e del protagonista – va a discapito della fruibilità della singola vicenda, e anche graficamente si avverte una certa difficoltà nel mantenere coerente la compresenza di personaggi cartooneschi e reinterpretazioni di attori in carne e ossa.

Tuttavia, è solo la prima parte di una saga che si concluderà nel prossimo volume, quindi lasciamo agli autori il beneficio del dubbio (o meglio, il Salmone), nella speranza di leggere qualcosa in grado di giustificare l’attuale caos narrativo.

L’edizione saldaPress continua a proporre la serie prodotta da IDW Publishing in eleganti volumi brossurati ricchi di materiale extra; pur sentendo la mancanza dell’apparato redazionale – presente nelle due uscite precedenti – questo nuovo appuntamento con Dirk Gently vanta una ricca galleria di copertine originali, oltre a diverse tavole a china e ad alcune affascinanti illustrazioni realizzate dai fan.