Che cosa sogna Zio Paperone di notte? Denaro? Tesori? No. Non quello di Don Rosa, quantomeno, che rivive invece le grandi avventure del suo passato. E il suo amore mai pienamente realizzato con Doretta Doremì.

Sviluppata dall’idea suggeritagli da un fan francese, Il sogno di una vita (The Dream of a Lifetime), del 2004, anticipa, in qualche modo, le tematiche che avrebbe affrontato il regista Christopher Nolan in Inception (2010). In questa storia, infatti, vediamo i Bassotti impadronirsi di una macchina, costruita da Archimede, che permette di entrare nei sogni altrui. Il loro scopo, ovviamente, è quello di carpire, al dormiente De’ Paperoni, la combinazione della cassaforte.

In aiuto dello Zione accorre Paperino, che viene “inviato” dall’inventore nella mente di Paperone per scacciare i Bassotti dal subconscio, in quanto impossibili da svegliare finché non verranno fatti uscire dalla mente del miliardario.

 

Il sogno di una vita

 

La storia dà l’opportunità a Don Rosa di rivisitare ancora una volta il fulcro della sua produzione: la vita e la leggenda di Paperon de’ Paperoni, ma in maniera decisamente comica. Paperino, infatti, funge da “elemento di disturbo”, capace di modificare in chiave umoristica celebri scene già viste nei capitoli della Saga, ma è anche protagonista di un toccante momento: lo vediamo infatti incontrare la versione infantile di sua madre Ortensia, seppur solo all’interno del sogno di suo zio.

 

Il sogno di una vita

 

Non ultimo, il fumetto permette a Don Rosa di far avverare ciò che nella realtà non è stato, dando così una possibilità alla sofferta e impossibile storia d’amore tra Paperone e Doretta. Per l’appunto, il sogno di una vita!

 

Il sogno di una vita

 

D.U.C.K. HUNT

L’omaggio all’Uomo dei Paperi si trova nella vignetta d’apertura, tra le fiamme dietro a Doretta, e nella copertina dedicata, sulle tende dietro al Paperone “del capitolo 2 della Saga“.

 

CHRONO DON ROSA: