The Beagle Birthday Massacre! ci propone un’altra avventura con protagonista Gaia, un episodio che rinuncia alla trama secondaria per concentrarsi su un’unica vicenda.

Potrebbe sembrare che la paperotta abbia un ruolo di spicco in DuckTales, superiore al resto del cast, ma il creatore della serie Frank Angones ha spiegato come questa impressione derivi dalla scelta della Disney di spostare in avanti la trasmissione di due puntate più corali, per sfruttarne l’ambientazione orrorifica e innevata in concomitanza con Halloween e Natale.

 

Con il mio cervello e il tuo supercervello stranamente specializzato possiamo governare questa città!

 

MinimaLena è il primo personaggio importante di DuckTales che non proviene dai fumetti o dalla serie animata del 1987. Inizialmente ci viene presentata come una nuova amica di Gaia, un contraltare femminile che può compensare lo stretto legame che c’è tra Qui, Quo e Qua, ma nell’epilogo dell’episodio un colpo di scena ci rivela la sua identità: si tratta infatti della nipote della strega Amelia.

In realtà questo ruolo esiste già all’interno dell’Universo Disney ed è rivestito dalla giovane Minima, evidentemente non ritenuta adatta per questa trasposizione animata, perché avrebbe annullato l’effetto sorpresa. La bambina, infatti, è molto simile alla zia fattucchiera, nell’aspetto fisico e nell’abbigliamento. Minima è apparsa per la prima volta nella storia Dime After Dime, inedita in Italia, pubblicata nel 1991 nella serie a fumetti DuckTales; successivamente è stata ripresa da alcuni autori italiani che hanno introdotto altri membri della famiglia di Amelia.

 

Siamo unici come i fiocchi di neve! Questo non succede mai. È davvero strano. Ok, smettete di parlare!

 

La gag in cui i tre nipotini si ritrovano con grande stupore a dire esattamente le stesse cose, potrebbe essere un riferimento alle storie a fumetti in cui – soprattutto nei loro primi decenni di vita editoriale – i personaggi parlavano completandosi le frasi a vicenda per evidenziare la grande sintonia tra loro.

 

T’invoco spirito dall’oscurità, mostrati sotto quest’arcata, libererò la tua anima dalla sua prigione e potrà nuovamente regnare!

 

Lena utilizza il medaglione che porta al collo per evocare lo spirito di sua zia Amelia, di cui ci viene mostrata solamente l’ombra. La sua amicizia con Gaia sembra quindi essere un trucco per entrare nelle grazie della famiglia De’ Paperoni, così da poter in qualche modo liberare la strega… ma com’è stata intrappolata? E da chi?

A quanto pare, la continuity è un elemento presente in molti episodi del reboot di DuckTales. Non ci resta che aspettare i prossimi episodi per scoprire qualcosa in più…

 

BEHIND DUCKTALES: