Abbiamo recensito per voi Gli anni che restano, la nuova graphic novel scritta da Brian Freschi e disegnata da Davide Aurilia.

Trovate la recensione, video e podcast, dopo la sinossi del cartonato (17 x 23 cm, 144 pp., col., € 17.00) edito da BAO Publishing.

 

Mauro e Antonio sono stati grandi amici. Poi è successa la vita. Il tempo è passato, la distanza si è fatta incolmabile, finché una distanza assoluta, definitiva, non costringe Mauro a ripercorrere il tempo che è passato, alla ricerca di un senso che gli è sfuggito in tutti quegli anni. Capirà molte cose del suo amico, alcune fondamentali su di sé, e smetterà di pensare a quegli anni, per dedicarsi finalmente ai soli che contano, quelli che non voleva affrontare, e che stavano scivolando via, non vissuti. Gli anni che restano. Brian Freschi scrive una storia senza tempo sul passare del tempo, e Davide Aurilia la illustra in modo audace, clamoroso, straordinario.