Pietreppaolo è giunto al bivio. Vuole essere un Rat-Man o un Cavaliere dell’Oroscopo? E quali sviluppi per l’Acquario, quali? Scusate, ci facciamo sempre un po’ prendere dal citazionismo, quando si tratta di Leo Ortolani. Ma del resto, recensendo Star Rats Episodio III, viene un po’ naturale. L’ultimo capitolo della maxisaga parodistica ortolaniana giunge, giustamente, appena prima dell’uscita di Il Risveglio della Forza, a chiudere la serie di volumi che hanno come bersaglio l’ultima trilogia di George Lucas. E, come la vittima della sua ironia, quello di Leo è il prequel dello storico Star Rats di oltre dieci anni fa.

Inutile quindi avvertire che Pietreppaolo è destinato a divenire Lord Valker come il fato di Anakin era quello di vestire i panni di Darth Vader. Il cammino che lo porta tra le fila dei Cavalieri Oscuri è punteggiato di idiozie, manchevolezze di marito sempre in giro per la galassia, decisioni non proprio assennate, debolezze di un uomo dalla mente semplice, tanto semplice che si è presa una vacanza un sacco di tempo fa e nessuno al lavoro s’è mai accorto della sua assenza.

Ci sono tutti gli ingredienti della parodia firmata Leo Ortolani anche in quest’ultimo episodio. Ultimo? Riusciamo davvero a credere che l’autore parmense resisterà a lungo a portare dal grande schermo alla carta stampata anche il lavoro di J.J. Abrams? Sta di fatto che l’ironia vince potentemente sulla storia, in Star Rats Episodio III, un volumetto che dovrebbe far felici tutti i fan della comicità di Leo. Un Leo in forma e bravissimo, come sempre nel colpire duro le ingenuità della saga cinematografica, a trasformare in umorismo le risate involontarie che costellano la storia di Anakin Skywalker.

Scoprire il vero motivo per cui tutti, nella galassia hanno preso sul serio le proposte politiche di Jar Jar Binks; fare i conti con i veri motivi di disperazione di Darth Vader/Lord Valker che, negli anni, lontano dalle telecamere indiscrete di George Lucas, gli hanno dato la scusa per prorompere nel suo famigerato “NOOOOOOOOOO!”; avere finalmente una spiegazione del fatto che nessuno abbia mai dubitato del Cancelliere, abbia mai sospettato di lui come vero lord delle forze oscure che minacciavano la Repubblica; scoprire cosa sarebbe successo se, invece dell’Ordine 66 che ha dato il via al massacro dei Jedi, Darth Sidious avesse chiesto quel che davvero voleva al cameriere del Lato Oscuro. Ecco le ragioni per cui si ride in Star Rats Episodio III.

Fan di Leo Ortolani, di Rat-Man e di Guerre Stellari, ci siamo. Tutti i nodi sono giunti al pettine. E, nello spazzolarvi i capelli come una principessa di Desertia, fate attenzione a non annodarvi anche gli addominali dal ridere. Il rischio c’è.