Nel 2009, per celebrare i cinquantacinque anni di Nippon Television (produttrice di Lupin III) e i cinquant’anni di Yomiuti TV (produttrice di Detective Conan), le due emittenti trasmettono uno special televisivo in cui i due celebri protagonisti di anime si incontrano in un inusuale crossover: Lupin III VS Detective Conan. I due personaggi potrebbero fronteggiarsi l’uno contro l’altro appartenendo a due fazioni opposte, ma gli autori riescono a creare una vicenda che li porta ad interagire in modo originale e sensato, coerentemente con le loro caratterizzazioni e senza rendere nessuno “buono” o “cattivo.”

Lupin VS ConanLa regina Sakura del regno di Vespania viene uccisa accidentalmente durante una battuta di caccia dal proprio figlio, che sentendosi in colpa per l’accaduto si suicida. La corona passa quindi in eredità alla sorella minore del principe, la principessa Mira, che per via del suo carattere testardo ed egoista non sembra entusiasta del suo nuovo ruolo. Durante un viaggio diplomatico in Giappone, Mira partecipa a un party in un hotel di lusso, al quale presenziano anche Conan e Kogoro, impressionati dalla somiglianza della principessa con Ran.
Conan riesce a sventare un tentativo di avvelenamento ai danni di Mira, la quale approfitta della confusione per evadere tra le strade di Tokyo; qui si imbatte per caso proprio in Ran, e sfruttando il loro aspetto fisico pressoché identico, le due decidono di scambiarsi l’identità (come ne Il Principe e il Povero).
Ran raggiunge quindi la sua corte e sostituisce la principessa durante il soggiorno diplomatico, mentre Mira incontra Fujiko Mine, che si offre di accompagnarla in giro per la città, facendole anche da guardia del corpo.
Nel frattempo Lupin III è a Vespania, dove ha intenzione di mettere le mani sulla corona; Ran è costretta a viaggiare fino allo staterello europeo per coprire la scomparsa della principessa, non riuscendo a respingere le ferme decisioni del responsabile della sicurezza. Conan riesce a seguirla di nascosto sull’aeroporto reale, mentre Kogoro per raggiungere la figlia accetta di collaborare come assistente con l’Ispettore Zenigata, in viaggio verso Vespania sulle tracce di Lupin.

Il giovane Conan Edogawa inizia a nutrire sospetti sulla natura della morte della regina e del principe; con la collaborazione di Lupin (che, mascherato da Kogoro racconta pubblicamente lo svolgimento dei fatti) ricostruisce il finto suicidio e dimostra che si è trattato in realtà di un omicidio finalizzato all’ottenimento del trono di Vespania. L’epilogo in cui tutti i personaggi principali dei due anime di successo sono riuniti per la risoluzione del caso è il climax di questo cross-over, dopo che per tutta la vicenda c’erano state brevi interazioni tra coppie di personaggi; la più stuzzicante è quella tra Conan e Lupin, che si ritrovano a discutere davanti a un distributore automatico, in un divertente dialogo che riesce a rappresentare alla perfezione i loro due caratteri.
Visivamente i disegni e le animazioni sono coerenti con le versioni più celebri dei personaggi, il cui character design è compatibile e il loro affiancamento risulta quasi naturale. Il successo di questo special televisivo avvierà la produzione di un secondo incontro tra Lupin III e Conan Edogawa, questa volta sul grande schermo. Da domani lo vedremo anche noi spettatori italiani, ma forse prima volevate conoscere questo primo cross-over, inedito nel nostro Paese; il lungometraggio cinematografico è perfettamente comprensibile in autonomia, anche se ci sono alcuni riferimenti a questo special TV che strapperanno un sorriso a chi ha avuto occasione di recuperarlo.