La Moneta (The Coin), del 1999, è una storia estremamente particolare in quanto raccontata dal punto di vista del soldo del titolo.

Le dodici tavole sono fondamentalmente una serie di gag viste dalla soggettiva del quarto di dollaro proveniente dal Deposito di Zio Paperone e che, dopo una serie di peripezie e rocamboleschi tentativi di recupero da parte del suo proprietario, ritorna infine là tra le “sorelle” in cima alla Collina Ammazzamotori.

La Moneta

Nel corso della narrazione, Don Rosa fa passare il quartino di mano in mano, mostrando così buona parte del cast paperopolese, riportando alla ribalta personaggi usati meno di frequente – come Nonna Papera e Ciccio – e facendo soprattutto riapparire Paperina, assente dai fumetti donrosiani da Qualcosa di veramente speciale, di due anni prima.

Da notare, in questo senso, che la fidanzata di Paperino appare qui per la prima volta con gli occhi azzurri, invece che con i tradizionali occhi neri con cui viene da sempre mostrata nelle storie di Carl Barks.

La Moneta

Nell’ultima parte della sua carriera, dopo aver dedicato gran parte della sua attività alla figura di Zio Paperone, Don Rosa finalmente rivaluterà Paperino, dedicandogli avventure da protagonista e scavando un poco nel suo passato. Che questo leggero redesign della fidanzata rappresentasse un preludio ad un uso maggiore del personaggio nell’ottica di realizzare storie più incentrate su Paperino?

Purtroppo, con il ritiro dell’autore, avvenuto da lì a sette anni, e con una minore quantità di storie prodotte in questa fase finale della sua carriera, questo non ci è dato sapere.

La Moneta

Ciò che è certo, invece, è l’attenzione costante sull’altra grande storia d’amore della famiglia dei Paperi: quella tra Paperone e Doretta. Come scopriamo alla fine de La Moneta, infatti, il quartino era tra gli spiccioli che un’adirata Goldie tirò in faccia al futuro Papero più ricco del mondo alla fine della sua “prigionia” a White Agony Creek; una scena, questa, accennata da Barks nella bellissima Zio Paperone e la Stella del Polo e che avrebbe poi ripreso Rosa per la sua avventura finale, contenete proprio la cronaca di quei “trenta preziosi giorni”.

La Moneta

 

D.U.C.K. HUNT

L’omaggio all’Uomo dei Paperi si trova nella vignetta d’apertura, tra i mattoni della parete del Deposito, sullo sfondo, e nella copertina dedicata, sulla corona d’alloro della testa riprodotta sulla moneta.

 

CHRONO DON ROSA: