Con l’episodio World’s End si conclude la quarta stagione di Agents of SHIELD, pochi giorni dopo la conferma della quinta. Le trame dei tre filoni narrativi affrontati di questi mesi – Ghost Rider, gli LMD e il Framework – confluiscono in una puntata adrenalica che riesce a completare in modo soddisfacente tutte le vicende, aggiungendo l’ormai consueto cliffhanger che fa fantasticare sul futuro dei protagonisti.

 

Non pensavo di rivederti. Non dopo che sei caduto in quella bocca dell’Inferno.

 

Daisy Johnson saluta Robbie Reyes citando la bocca dell’Inferno; può essere solamente una coincidenza, ma il fatto che questo episodio rappresenti un season finale e che tra gli autori/produttori della serie figuri la famiglia Whedon, è difficile non prendere in considerazione l’ipotesi che sia un riferimento a Buffy l’Ammazzavampiri.

 

Ho imparato qualche trucchetto dall’ultima volta.

 

L’arco narrativo di Ghost Rider di questa quarta stagione è stato influenzato dal film Doctor Strange – caratteristica logica considerando le origini mistiche di entrambi i personaggi – e il Darkhold è un potente oggetto ricorrente nei fumetti allo Stregone Supremo. Nel finale dell’episodio vediamo che Robbie ha imparato a creare dei portali, con un movimento circolare della sua catena che ricorda molto quello visto nella versione cinematografica di Strange.

 

Ok, Phil. Finiscila di fare il turista, torna al lavoro.

 

Alla fine dell’episodio vediamo Phil Coulson imprigionato in una cella nello spazio, presumibilmente con i suoi compagni dello S.H.I.E.L.D. Qualcuno ha pensato a un collegamento all’ambientazione cosmica di Guardiani della Galassia Vol. 2, ancora nelle sale, altri invece sperano in un rimando a Thor: Ragnarok (il film uscirà a ottobre 2017, mentre la quinta stagione di Agents of SHIELD inizierà nel 2018).

A noi, in qualche modo, ricorda la prigione 42, apparsa per la prima volta durante il megaevento a fumetti Civil War. Si tratta di un carcere per supereroi e supercriminali situato all’interno della Zona Negativa; un’ipotesi plausibile considerando che i misteriosi agenti arrestano Coulson parlando di “una finestra che sarà aperta ancora per pochi minuti”.

 

BEHIND AGENTS OF SHIELD 1

BEHIND AGENTS OF SHIELD 2

BEHIND AGENTS OF SHIELD 3

BEHIND AGENTS OF SHIELD 4