Chrono Don Rosa #47 – La Saga di Paperon de’ Paperoni, capitolo 0: Decini e Destini

tempo di lettura 3'
Nel 1995 La Saga di Paperon de’ Paperoni è conclusa ed è valsa al suo autore un Eisner Award come migliore storia a puntate. Tuttavia, per Don Rosa non è ancora venuto il momento di mettere fine al racconto della giovinezza di Scrooge. E non lo sarà per tutta la carriera, considerando che persino la sua ultima storia sarà uno dei tanti “capitoli aggiuntivi” della Saga.

Dal 1995 al 2006, anno del suo ritiro, l’artista continuerà infatti a tornare indietro nel tempo a narrarci episodi che, per motivi di spazio e ritmo, non era riuscito a inserire nei 12 capitoli regolari.

Decine e Destini

E, a proposito di tornare indietro nel tempo, è proprio questo il tema di Decine e Destini (Of Ducks and Dimes and Destinies), del 1995; la storia vede infatti Amelia viaggiare nel tempo e raggiungere la Glasgow del 1877, nel giorno stesso in cui Paperone guadagna la sua preziosa Numero Uno. Lo scopo della fattucchiera è naturalmente quello di rubare al piccolo Scrooge la moneta prima che lui abbia i mezzi per difendersi da lei.

Peccato che il piano sia destinato a fallire in partenza: privando Paperone del suo first dime, il decino non avrebbe mai potuto diventare la moneta del Papero più ricco del mondo, perdendo in partenza la sua utilità nel fabbricare l’amuleto capace di donare ad Amelia il Tocco di Mida.

Decine e Destini

La strega, tra i pochissimi personaggi del cast barksiano a non apparire nella Saga, trova così spazio all’interno del grande affresco di Don Rosa, che ne approfitta per riportare in scena papà e sorelle McDuck; e soprattutto Howard Rockerduck, qui in una versione antecedente a quella vista nella Saga, nel ruolo di ricco scapolo in cerca di moglie.

Decini e Destini ha una storia editoriale particolare: concepita e scritta prima della stesura della Saga, la sua produzione è stata poi messa in pausa per alcuni anni e ripresa solo al termine della pubblicazione dell’epopea paperoniana. Don Rosa ha quindi disegnato quello che è stato informalmente definito come il Capitolo 0 e, quindi, la prima delle varie storie aggiuntive, facendo coincidere perfettamente gli eventi della Glasgow del 1877 con quanto visto in L’ultimo del Clan de’ Paperoni.

 

D.U.C.K. HUNT
L’omaggio a Carl Barks è nella vignetta d’apertura, nascosto nella gamba del tavolino su cui è poggiata la boccia del pesce rosso.

 

Decine e Destini

 

CHRONO DON ROSA:

http://www.badcomics.it/2017/01/chrono-don-rosa-34-la-saga-di-paperon-de-paperoni-capitolo-5-il-nuovo-proprietario-del-castello-de-paperoni/139315/