Chrono Don Rosa #41: Paperino… da Paperopoli a Lillehammer

tempo di lettura 3'
Come già successo con Zio Paperone e i guardiani della biblioteca perduta, la pubblicazione de La Saga di Paperon de’ Paperoni viene intervallata da una nuova storia slegata dall’epopea di Scrooge McDuck: Paperino… da Paperopoli a Lillehammer (From Duckburg To Lillehammer), del 1994.

Su richiesta dell’editore danese Egmont, licenziatario Disney in Scandinavia, l’autore accetta l’incarico di scrivere e disegnare una storia celebrativa per le olimpiadi invernali che si sarebbero svolte a Lillehammer, in Norvegia, dal 12 al 27 febbraio 1994.

Come sappiamo, nella personalissima visione donrosiana i Paperi invecchiano e muoiono e le storie – tanto le sue quanto quelle di Barks – sono da considerarsi tutte riguardanti eventi accaduti tra la fine degli anni ’40 e la metà degli anni ’50.

Le intenzioni iniziali di Rosa, infatti, erano quelle di considerare la storia ambientata durante le olimpiadi invernali di Oslo del 1952, cosa che gli avrebbe permesso di includere nella sua continuity gli eventi del fumetto che vede Paperino e Gastone scontrarsi per il ruolo di atleta che rappresenterà Paperopoli nelle competizioni olimpiche.

Paperino... da Paperopoli a Lillehammer

Purtroppo per Rosa, la Egmont la pensava diversamente. L’editore, infatti, chiese espressamente di mostrare gli impianti sportivi di Lillehammer, e la città viene citata nel testo della storia, oltre che nel titolo. Per questo l’autore ha disconosciuto la storia, affermando successivamente che, dal suo punto di vista, è un racconto apocrifo e “mai accaduto”.

Al di là delle opinioni personali di Rosa, va detto che la storia è comunque gradevole, pur essendo, fondamentalmente, una sequenza di gag slapstick.

 

D.U.C.K. HUNT

L’omaggio all’Uomo dei Paperi si trova nella prima vignetta, piuttosto visibile sul giaccone di un paperopolese, e sulla copertina dedicata (nascosta tra i tifosi sullo sfondo).

Non è però l’unico omaggio a Carl Barks: sfruttando l’ambientazione norvegese, Don Rosa approfitta per inserire nella decima tavola un piccolo lemming con un ciondolo, chiaro riferimento alla barksiana Zio Paperone e il ratto del ratto (anche detta Zio Paperone – Il lemming con il ciondolo) del 1954.

 

CHRONO DON ROSA:

http://www.badcomics.it/2017/01/chrono-don-rosa-34-la-saga-di-paperon-de-paperoni-capitolo-5-il-nuovo-proprietario-del-castello-de-paperoni/139315/