Ormai poche storie ci separano dall’inizio del ciclo che consacrerà definitivamente Don Rosa come “erede” di Carl Barks, quella Saga di Paperon de’ Paperoni per cui l’autore del Kentucky è maggiormente conosciuto.

Per il momento, però, Rosa si concede ancora alcune storie di puro divertimento, come questa Paperino in: Accadde al grattacielo de’ Paperoni, del 1991. Analogamente alla maggior parte delle storie con protagonista Paperino, il fumetto è una sequenza di gag slapstick, che si regge sulla forza comica delle reazioni e delle espressioni del papero.

Don Rosa

Come sempre nell’universo Barks-donrosiano, Paperino si impegna a fondo nel lavoro di turno, in cui dimostra anche una spiccata abilità. Ma una distrazione di troppo trasforma una giornata da lavavetri al Grattacielo De Paperoni in una folle e divertente caduta dall’ultimo piano.

Leggendo la storia si ha l’impressione che alcune gag – analoghe a quelle dei cartoni degli anni ’30, ’40 e ’50 – avrebbero dato il meglio in forma animata. Ma bisogna riconoscere all’autore il merito di riuscire a sfruttare al massimo il medium che ha disposizione, creando momenti assolutamente esilaranti.

Don Rosa

La cura dei dettagli e delle microtrame sullo sfondo è, come sempre, maniacale. E il ruolo riservato allo Zione – alla ricerca di un nichelino cadutogli in un tombino – è la ciliegina sulla torta, che fa da contraltare alle disavventure di Paperino.

 

D.U.C.K. HUNT

L’omaggio a Carl Barks si trova nella vignetta di apertura della storia, in basso a sinistra, stampato su un cartellone affisso a uno dei grattacieli.

 

DUCK Hunt

 

CHRONO DON ROSA: