Il 1990, quarto anno di attività fumettistica di Don Rosa, è l’ultimo che lo vede alle matite su sceneggiature altrui. Come sappiamo, all’artista del Kentucky non mancano le idee e dall’anno successivo si dedicherà solo a storie interamente sue, con l’eccezione della particolarissima The Annual Speedskating Race of the Burg of Ducks, del 1998, di cui si parlerà in seguito.

Vale la pena citare, comunque, queste storie a cui Rosa ha prestato la sua opera come disegnatore.

 

Paperina in: Una data da non dimenticare

ClaraTre tavole appena, per questo fumetto scritto da Ruud Straatman: si tratta fondamentalmente di una gag, con una smemorata Paperina che arriva a dimenticare la data del suo stesso compleanno.

L’unica particolarità degna di nota è la prima e ultima apparizione di Chiquita (Clara Cluck) in una storia donrosiana. Non sappiamo se l’autore consideri la gallina parte del suo particolare universo narrativo, pur essendo comparsa nel corpus barksiano in due occasioni, ma sempre su testi altrui (analogamente a quanto successo con Pico De Paperis).

Si tratta delle storie Dal diario di Paperina – L’appuntamento a quattro (Daisy Duck’s Diary – The Double Date) del 1959 e Dal diario di Paperina – Il modello esclusivo (Daisy Duck – Undercover Girl) del 1960.

 

Paperino in: Il piacere di dare

Scritta da Arno Buitink, vede Paperino e i nipotini alle prese con questioni di carattere… economico. Lo zio è disoccupato e al verde e i nipotini esigono la paghetta. Solo l’intervento di Paperina riesce a salvare la situazione, insegnando loro che dare è meglio che ricevere.

 

Paperino educatore modello

La storia, su testi di Jan Kruse, ci mostra un Paperino alle prese con i risultati scolastici dei nipotini non troppo brillanti, i quali – scopriamo – non si fanno problemi a marinare scuola (siamo nel periodo pre-Giovani Marmotte?)

I tentativi dello zio di fare da “educatore modello” vengono però messi in ridicolo quando i paperotti trovano in soffitta le vecchie pagelle di Paperino. E, mai come in questo caso, vale il detto che “buon sangue non mente”!

 

Zio Paperone e la fortuna a portata di tasca

Ultimo fumetto della carrellata, da una pagina appena, è una gag scritta da Evert Geradts e con protagonista lo Zione e Gastone, il quale dovrebbe imparare a non contare sempre e solo sulla sua proverbiale fortuna!

 

D.U.C.K. HUNT

In quanto storie esclusivamente disegnate e non scritte da Don Rosa, in nessuna di esse è presente la tradizionale dedica all’Uomo dei Paperi.

 

CHRONO DON ROSA: