FUMETTI VIDEOGIOCHI TV CINEMA
Il nuovo gusto dei fumetti

Il 40% degli appassionati di fumetti sono donne

ragazza_che_legge

Anni di pregiudizi e di accuse ingiuste nei confronti di noi poveri lettori stanno per essere spazzati via da un singolare studio statistico realizzato, neanche a dirlo, in America. Il responsabile della ricerca è Brett Schenker, appassionato di fumetti e consulente politico che, sfruttando i dati anagrafici di Facebook, ha scoperto che il numero di lettrici di fumetti è molto superiore a quello stimato finora e arriva a sfiorare il 40% del totale degli appassionati statunitensi.

La percentuale è stata ricavata consultando le informazioni demografiche che il social network per eccellenza accumula allo scopo di aiutare i suoi inserzionisti nel targeting delle campagne pubblicitarie. Consultando ogni mese le statistiche dei “like” su termini inerenti al fumetto (in particolare “comics”, “graphic novel” e nomi di editori), Schenker ha individuato 11.600.000 persone, nei soli Stati Uniti, che si dichiarano interessate alla nona arte. Un numero in costante oscillazione ma che sembra destinato ad aumentare. Nel solo mese di settembre, è cresciuto di 200.000 fan.
Il dato più strabiliante è però quello sulla divisione in generi:

“Gli uomini rappresentano oggi il 58,62% del fandom, rispetto ai 57,89% dello scorso mese. Le donne rappresentano il 39,66%, rispetto al 42,11% del mese scorso.”

Appassionati di fumetti, in base al genere

Una rivelazione che sembra sovvertire le statistiche proposte da una ricerca effettuata nel 2011 da DC Comics sui propri lettori, che stimava un numero di lettrici pari a circa il 7% del totale.
Pare inoltre che, con l’aumentare dell’età, il pubblico femminile rimanga più fedele di quello maschile, arrivando a capovolgere le percentuali alla soglia della mezza età.

Appassionati di fumetti, in base all'età

Se, come sembra, il campione di popolazione rappresentato da Facebook è più ampio, e vario, rispetto a quello dei soli lettori DC, bisogna sottolineare che la semplice pressione di un tasto “like” non è in grado di determinare, da sola, una sensibile crescita del mercato. Una percentuale così elevata, e finora non individuata, di lettrici rimane però un dato importante, con cui gli editori saranno costretti a confrontarsi quando dovranno stabilire le linee editoriali per il prossimo futuro.
La salvezza del mercato, forse, dipende proprio nelle donne!

Qui di seguito potete osservare altri dati interessanti, emersi dalla ricerca.

 

 

 

 

 

 

Fonte: ComicsBeat